Metodiche riabilitative strumentali

  • Biofeedback
  • Diadinamica
  • Elettrostimolazioni
  • Jonoforesi
  • Infrarossi
  • Magnetoterapia
  • Tens
  • Ultrasuoni
  • Tecarterapia
  • Laserterapia
  • Hilterapia® (Laser YAG ad alta potenza)
  • Onde d'urto

Di seguito descriviamo alcune delle metodiche riabilitative strumentali:

  • TECAR

Apparecchio di ultima generazione che agisce come anti-infiammatorio nelle lesioni muscolari e articolari ed ha il vantaggio di agire in profondità. Con questo apparecchio il fisioterapista esegue un continuo massaggio sulla zona dolente riattivando l’ossigenazione cellulare indispensabile alla riparazione dei tessuti danneggiati.

  • LASER

Strumento che si utilizza nei casi di infiammazioni acute e sub acute a carico dell’apparato muscolo-scheletrico. Il laser trova spazio anche nelle lesioni cellulari in quanto agisce come bio stimolante.

  • HILTERAPIA® (LASER YAG)

Strumento che emette un impulso laser ad alta intensità e permette di ottenere un'efficace azione terapeutica profonda e in totale sicurezza. L'Hilterapia® è finalizzata per il trattamento delle patologie dolorose dell'apparato osteo-muscolo-tendineo dove l'intensità e l'impatto energetico dell'impulso HILT hanno un effetto analgesico, anti-infiammatorio ed antiedemigeno, favorendo i processi di riparazione e rigenerazione dei tessuti (artrosi, algie del ginocchio, spalla, anca, caviglia, colonna vertebrale, gomito e mani, distorsioni, lesioni tendinee, tendiniti, borsiti, esiti traumi, recupero funzionale post-chirurgico o post-traumatico). I benefici della Hilterapia® sono approvati dalla FDA, sono validati da documentazioni scientifiche e riconosciuti da importanti cliniche e prestigiosi Studi medici in Italia e all'estero.

  • ONDE D'URTO

Onde acustiche che trasportano alta energia e sono indotte da un generatore. Questi impulsi pressori hanno tempi di salita e di durata brevissimi, generano una forza meccanica con finalità di trasferimento di energia che stimola i processi riparativi e rigenerativi dei tessuti ossei (pseudoartrosi, frattura da stress, algoneurodistrofia, etc.), dei tessuti molli (tendinopatia calcifica di spalla, epicondilite, tendinite trocanterica, tendinite rotulea, tendinite del tendine di Achille, fascite plantare, spina calcaneare, rigidità articolari, etc.).

  • TENS e DIADINAMIC

Due tipi di correnti elettriche che vengono usate in fisioterapia per ridurre gli stati dolorosi senza l’uso di farmaci.

  • JONOFORESI

Una corrente elettrica che viene usata in fisioterapia come vettore per la trasmissione di farmaci anti-infiammatori.

  • ELETTROSTIMOLAZIONE

Una corrente elettrica che trova impiego nella fisioterapia per indurre la contrazione muscolare attraverso l’utilizzo di differenti forme di onde elettriche che il fisioterapista sceglierà in base alle caratteristiche muscolari del paziente e all’obiettivo terapeutico.

  • ULTRASUONI

Apparecchiatura che utilizza l’energia meccanica delle onde sonore a frequenze non percettibili all’orecchio umano, vengono impiegati per stati dolorosi e infiammatori dell’apparato muscolo-scheletrico.

  • MAGNETOTERAPIA

Apparecchio che opera mediante l’irradiazione di un campo magnetico; viene utilizzato in numerose patologie quali artrosi, artriti, lesioni tendinee, muscololegamentose, osteoporosi, fratture, contusioni, distorsioni, ematomi, ulcere da varici, etc.

  • RAGGI INFRAROSSI

Raggi emessi attraverso una lampada che agiscono come miorilassanti soprattutto dei muscoli della schiena che più di tutti risentono della tensione e dello stress accumulato nella giornata.